Arriva sempre quel momento in cui è necessario apportare dei cambiamenti alla nostra casa o scegliere delle nuove strumentazioni: parliamo, in questo articolo, del termostato della caldaia, elemento indispensabile per il corretto funzionamento della stessa.

 

Ma quanto costa acquistare e far sostituire il termostato della caldaia? A chi rivolgersi ed a cosa bisogna prestare attenzione?

Vediamo, infine, anche come riuscire a risparmiare mantenendo sempre un buon rapporto qualità prezzo.

 

Termostato caldaia: cosa è

 

Dispositivo molto utile e funzionale, il termostato è una delle componenti più importanti, in quanto permette di mantenere la giusta e desiderata temperatura della caldaia, evitando tuttavia di farci affrontare delle spese importanti.

Si tratta quindi di un piccolo dispositivo, indispensabile appunto per la regolazione della temperatura nell’ambiente: se correttamente impostato sulla temperatura che noi riteniamo ideale, esso ci permette di avere un calore costante in casa, per mezzo di alcuni sensori atti a percepire e quindi a mantenere sotto controllo tutte le variazioni che ci possono essere all’interno dell’abitazione.

 

Termostato caldaia: come funziona?

 

Come specificato, il termostato della caldaia è dotato di particolari sensori che, percependo le eventuali variazioni di temperatura all’interno dell’ambiente a cui è dedicato, è in grado di mantenere la temperatura ideale impostata in maniera costante. Questo ci permette da un lato di avere la temperatura che riteniamo necessaria per il giusto riscaldamento degli ambienti, e dall’altro di tenere sotto controllo le eventuali variazioni anche in un’ottica orientata, appunto, al risparmio dei costi, sia durante la stagione invernale (con la programmazione e la regolazione del riscaldamento), sia durante la stagione estiva, attraverso la regolazione del condizionamento.

 

Termostato caldaia: tipologie

 

La tecnologia oggi ci consente di fare uso dei cambiamenti in maniera più che positiva e chiaramente vantaggiosa per noi. E questo vale, nello specifico, anche per gli elementi che abbiamo appena menzionato e descritto.

Esistono infatti diverse tipologie di termostati: da un lato abbiamo i termostati meccanici, che sono dispositivi abbastanza semplici da utilizzare (e questo si traduce in un notevole vantaggio), ed allo stesso tempo un po’ limitativi nel loro utilizzo in quanto permettono di fare uso di una programmazione “base”, e cioè semplicemente acceso-spento. Dall’altro lato, la loro semplicità d’uso li rende adatti ad alcune fasce di utenti, in quanto essi funzionano in automatico, accendendo e spegnendo ogni volta la caldaia in base alla temperatura che vi è all’interno. Il limite è presto detto: usufruendo di un termostato di questo tipo non possiamo avere dei vantaggi importanti che riguardano, ad esempio, la programmazione temporale e non possiamo avere facoltà di scelta su orari e giorni.

D’altro canto, per usufruire di dispositivi più moderni possiamo invece affidarci alla seconda tipologia di termostati, sicuramente più moderna: si tratta appunto dei cronotermostati, anche detti termostati digitali, che presentano un funzionamento di base molto vicino a quello dei termostati meccanici di uso tradizionale, ma hanno una tecnologia sicuramente più evoluta.

Per mezzo di questi cronotermostati possiamo, infatti, stabilire le fasce orarie ed i giorni di accensione della caldaia, oltre ad impostare le temperature minime e massime: diciamo che, in linea di massima, grazie a questi dispositivi si ha sicuramente un controllo maggiore ed anche un’autonomia differente, a seconda dell’evoluzione tecnologica del termostato di cui disponiamo.

 

Termostato caldaia: quando sostituirlo?

 

La sostituzione del termostato della caldaia va fatta in due casi: nel primo caso, ovviamente, quando esso presenta dei danni o dei guasti irreversibili che non consentono il corretto funzionamento della caldaia stessa. Nel secondo caso, possiamo chiedere la sostituzione di questo dispositivo perché vogliamo acquistare un dispositivo più funzionale e moderno e quindi atto a rispondere a determinate esigenze specifiche. Questo può essere il caso, ad esempio, del passaggio da un termostato tradizionale ad un cronotermostato digitale che, come abbiamo avuto modo di specificare, è sicuramente più evoluto.

 

Sostituzione termostato caldaia? Clicca qui per maggiori informazioni

Devi sostituire il termostato della caldaia? Cerchi un tecnico qualificato per assistenza?

 

Richiesta Preventivo Gratuito ➜

 

Sostituzione termostato caldaia a Roma: a chi rivolgersi?

 

In linea di massima, per quel che riguarda la sostituzione del termostato di una caldaia, a Roma come altrove, è bene rivolgersi sempre a tecnici qualificati e specializzati nel settore: in questo senso, può essere molto utile avere come punto di riferimento un servizio che effettua confronti di più preventivi diversi tra loro, allo scopo di individuare il tecnico “giusto” e quello veramente in grado di fare un lavoro accurato e senza rischi, ad un prezzo soddisfacente.

 

Termostato caldaia: a cosa fare attenzione

 

Affidarsi a persone qualificate ed esperte è importante, perché il termostato della caldaia, e la caldaia stessa, sono degli elementi molto delicati e bisogna sapere esattamente cosa fare e come muoversi anche per la totale sicurezza.

Per questo motivo, ricordiamo per esempio che è molto importante fare attenzione prima di tutto all’impianto elettrico, che va preventivamente controllato, verificando anche che apparecchio e dispositivo siano correttamente scollegati dall’elettricità. Oltre a questi normalissimi aspetti è bene anche considerare il fatto che prima di effettuare qualunque nuovo collegamento, dobbiamo essere certi della compatibilità tra termostato e caldaia, e questo può farlo benissimo un tecnico specializzato nel settore. Il tecnico saprà anche stabilire il corretto posizionamento e l’installazione del nuovo termostato, controllando anche che non vi sia ristagno di aria o che non vi siano fonti di calore dirette su di esso.

 

Sostituzione termostato caldaia a Roma: quali i prezzi?

 

Veniamo alla nota dolente: quanto può arrivare a costare la sostituzione del termostato della caldaia a Roma, o anche in altre città? Per rispondere in maniera corretta a questa domanda dobbiamo comunque ricordare che la sostituzione del termostato richiede prima di tutto attenzione e affidabilità del tecnico che procederà all’intervento: per questo motivo, possiamo dire che oltre al costo del dispositivo (che può variare, chiaramente, a seconda del tipo di prodotto che acquistiamo dal momento che vi sono in commercio prodotti di diversa tecnologia), c’è anche da tenere in considerazione il costo della manodopera.

In linea di massima, la sostituzione del termostato della caldaia a Roma, può costare tra i 120 e i 300 euro per il solo elemento, e tra i 130 e i 200 euro per la manodopera, considerando però che è tutto variabile. Per essere tranquilli sulla spesa e sul rapporto qualità prezzo, è bene rivolgersi a più tecnici in maniera da poter ricevere diversi preventivi e poter quindi fare le proprie valutazioni sui costi e sul possibile risparmio.

 

Sostituzione termostato caldaia a Roma: come risparmiare?

 

Quale che sia l’acquisto che andiamo a fare, nella quotidianità di ognuno di noi una delle cose più importanti e più utili a cui aneliamo è il risparmio. Ma ancor prima, il rapporto qualità prezzo: è vero che vogliamo risparmiare, ma è anche vero che al risparmio non deve in alcun modo seguire una qualità bassa del prodotto. Per questi motivi, anche per quel che riguarda la sostituzione del termostato della caldaia a Roma, possiamo cercare di risparmiare adottando una soluzione molto utile che comprende la richiesta ed il confronto di più preventivi.

Avvalendosi di un portale dedicato alla richiesta di più preventivi (possono essere sufficienti 3 o 4 da analizzare) e quindi all’analisi dell’offerta da parte di diverse aziende, siamo per lo più certi di affidarci a persone qualificate nel settore, in grado quindi di offrirci un servizio davvero funzionale ed efficiente, e nello stesso tempo possiamo risparmiare sui prezzi.

Si calcola, infine, che coloro che effettuano un lavoro di questo tipo avvalendosi di più preventivi possono conseguire risparmi compresi tra il 25% ed il 50% rispetto a chi fa riferimento ad una sola azienda.